50° Città di Vignola Spal-Inter 4 – 2

Spal-Inter 4-2

Reti: 2’pt 14’pt Colidio (I), 7’pt 35’pt Clement (S), 28’pt Katuma (S), 31’st Cuellar (S)

 

SPAL: Seri, Coulange, Farcas, Savi, Esposito Salvatore, Aziz, Katuma, Spina (8’st Notaristefano), Clement (17’st Chakir), Cuellar, Martina. A disp.: Fallani, Pessot, Cannistrà, Valesani, Biolcati, Mazzoni, De Angelis, Minaj, Campi. Alessio. All. Cottafava

INTER: Tintori, Zappa, Burgio, Nolan, Demirovic, Rizzo, Spaviero (20’st D’Amico), Ballabio, Adorante, Colidio, Salcedo. A disp.: Stankovic, Grassini, Colombini, Van Den Eynden, Pirola, Serpe, Rizzo Pinna, Esposito Sebastiano, D’Amico, Tononi. All. Madonna

Arbitro: Benevelli di Modena (Al Sekran e Tonelli)

Note: spettatori 150 circa; ammoniti Demirovic, Esposito Salvatore, Salvi, Farcas; angoli 3-5; recupero 0′, 3′

 

VIGNOLA: Colpaccio della Spal che batte nitidamente per 4-2 un’Inter a tratti impalpabile, guadagnandosi la semifinale della 50° edizione del “Città di Vignola” contro la Roma martedì 21 agosto.

La partita però sembrava indirizzata in modo diverso, infatti al 2’ Inter è già in vantaggio, errore difensivo di Salvi, ne approfitta Adorante che fugge sulla sinistra e serve a centro area per Colidio che in diagonale supera facilmente Seri. Al 5’ Katuma ha l’occasione del pari, ma da ottima posizione spara alto. Al 7’ i ferraresi trovano il pari grazie ad una tattica del fuorigioco errata della difesa interista e Clement, indisturbato, batte Tintori. Al 9’ Katuma svirgola nella propria area e rischia un clamoroso autogoal. Al 12’ bella conclusione di Adorante dal limite, la sfera sorvola di poco la traversa. Al 14’ l’Inter passa nuovamente in vantaggio, con una ripartenza micidiale di Colidio che scatta sulla destra dalla linea di metà campo e, appena dentro l’area, fulmina imparabilmente con un diagonale chirurgico l’incolpevole Seri. La Spal però non molla. Al 25’ Esposito Salvatore, fratello dell’interista Sebastiano, calcia una punizione dai venticinque metri, la palla fa la barba al palo. Un minuto più tardi è Aziz a sfiorare il nuovo pari dopo un batti e ribatti, ma il tiro viene parato da Tintori. Al 28’ il gol spallino arriva, forte diagonale dalla destra di Katuma sul primo palo, palla che supera Tintori, non esente da colpe. Al 31’ rasoterra di Salcedo, Seri in tuffo riesce a respingere non senza difficoltà. Al 34’ bel contropiede dei biancazzurri, azione personale di Clement che dal limite serve sulla sinistra Martina, portiere che devia in corner. Sul seguente calcio d’angolo, azione prolungata della Spal con Clement che, dai sedici metri, trova il varco giusto per sorprendere Tintori sull’angolino alla sua destra. Al 39’ tiro di Adorante, bravo Seri a respingere, sulla ribattuta si avventa Colidio, ma la palla sorvola la traversa.

Ripresa che vede già protagonista la Spal, vicina al 4-2 con un tiro a rientrare dal vertice sinistro dell’area di Esposito Salvatore, Tintori si supera per evitare che la palla si infili nell’incrcio opposto. Al 20’, sugli sviluppi di un calcio piazzato, Salvi colpisce la sfera di controbalzo, la palla è lenta ed è preda del portiere avversario. Al 26’ sugli sviluppi di un corner, Ballabio interviene di testa, ma la conclusione è alta. Al 31’ il suggello alla prestazione dei ferraresi con una bella conclusione a giro di Cuellar che termina imparabilmente nell’angolino basso alla sinistra di Tintori, gol che annebbia i nerazzurri, incapaci di creare una minima manovra di gioco.

Appuntamento a lunedì 20 agosto per la prima semifinale del torneo tra Sassuolo e Fiorentina, calcio d’inizio, come sempre, alle ore 20.40.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*