50° Città di Vignola – Sassuolo-Roma 0-3

Sassuolo-Roma 0-3

Reti: 41’pt D’Orazio (R), 15’st Celar (R), 39’st Cangiano (R)

SASSUOLO: Campani, Agnelli (27’st Castelluzzo), Aurelio, Ghion (21’st Viero), Dembacaj, Ferraresi, Manzari, Bartoli, Pellegrini (1’st Raspadori), Kolaj (21’st Mattioli), Giordano (11’st Giani). A disp.: Turati, Merli, Bellucci, Casini, Fiorini, Artioli, Gubellini. All. Morrone
ROMA: Cardinali, Bouah, Semeraro, Bianda (43’st Trasciani), Cargnelutti, Pezzella, D’Orazio, Greco, Celar, Riccardi, Besuijen (21’st Cangiano). A disp.: Zamarion, Santese, Parodi, Nigro, Simonetti, Silipo, Bucri, Buso. All. De Rossi
Arbitro: Mescoli di Modena (Ticci e Crovetti di Modena)
Note: spettatori 500 circa; ammoniti Bartoli, Ferraresi, Celar, Cargnelutti, Raspadori; angoli 2-4; recupero 2’, 6′

VIGNOLA: La Roma, dopo il successo ottenuto nel 1984 contro l’Inter, raccoglie la seconda vittoria al “Città di Vignola” con un meritato 3-0 contro un Sassuolo che ha tenuto testa ai giallorossi finché ha potuto.
Parte meglio il Sassuolo, al 4’ bel tiro di Manzari che mette in seria difficoltà Cardinali, costretto a deviare in calcio d’angolo. Al 10’ ancora Manzari protagonista con un bel tiro al volo dal vertice destro dell’area, palla che sorvola la traversa. Al 17’ D’Orazio ruba palla sulla destra e si invola verso la linea di fondo, passaggio teso sul secondo palo dove Celar colpisce male da posizione più che favorevole. Al 21’ cross di Agnelli dalla destra per Kolaj che, solo dalla parte opposta, calcia al volo, ma il tiro è alto. Al 24’ bellissima intuizione di Riccardi, che dalla linea destra di fondo campo, serve teso in area Besuijen che in tuffo non riesce però a centrare la porta. Al 33’ tiro cross insidioso, dal vertice destro dell’area, scoccato da Pezzella, Campani si supera togliendo la palla dall’incrocio dei pali opposto, mandando la palla in corner. Al 41’ cross di Semeraro dalla sinistra, D’Orazio dal lato opposto scarica un gran tiro al volo che non lascia scampo a Campani, Roma che, allo scadere del primo tempo, passa quindi in vantaggio. Kolaj rischia di pareggiare all’ultimo secondo, punizione insidiosa dal vertice sinistro dell’area, Cardinali alza la palla sopra la traversa.
Nella ripresa, esattamente al 2’, un lancio da metà campo favorisce lo scatto verso l’area di Besuijen, ma il suo tiro sotto porta viene respinto da Campani. Al 9’ tiro rasoterra di Riccardi, conclusione lenta, preda facile del portiere del Sassuolo. Un minuto dopo ancora Riccardi conclude a giro dal limite, palla alta. La Roma preme, ma senza convinzione, al 12’ Celar tira in porta, conclusione telefonata presa da Campani. Al 13’ D’Orazio calcia da fuori, palla che sfiora l’esterno della rete. Al 15’ raddoppia la Roma, uscita avventata di Campani che facilita Celar, l’attaccante giallorosso di testa, a porta sguarnita, non ha difficoltà a infilare la palla in rete. Al 28’ bellissimo tiro dal limite di Raspadori, sfera che sfiora di un soffio il palo alla sinistra su Cardinali. Il Sassuolo cerca di accorciare le distanze con Aurelio, ma Cardinali è attento. Al 38’ Raspadori sciupa una clamorosa occasione per riaprire la partita, spedendo a lato. E un minuto dopo i gol diventano tre con un eurogol di Cangiano con un tiro dai trenta metri che, complice il vento, si infila alle spalle di un non incolpevole Campani. Al 45’ Raspadori colpisce il palo, ma per i neroverdi non è proprio serata.

Durante l’intervallo, premiati l’ex allenatore del Milan e della Nazionale azzurra Arrigo Sacchi, che ha ricevuto il premio dedicato a Pier Paolo Tassi, e Luigi Bevini, dirigente della Vignolese che ha ricevuto il premio “Ricordando Davide”.

Al termine della partita, oltre ai trofei per le due società per il piazzamento nel “Città di Vignola”, sono stati premiati Zan Celar (Roma) come capocannoniere del torneo, Matteo Cardinali (Roma) come miglior portiere e Giacomo Manzari (Sassuolo) come miglior giocatore.

 

Mirco Mariotti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*